Ricerca

Il fuoco del simposio:

Anche se gli effetti degli amminoacidi sono stati ben studiati, non sono ancora correttamente riconosciuti nel campo della scienza medica in Europa. Gli amminoacidi sono i blocchi di base delle proteine. Sono usati per costruire proteine ​​strutturali quali collagene, enzimi, meccanismi di coagulazione, anticorpi, molecole di trasporto, muscoli e ormoni (ad esempio insulina). Inoltre, gli aminoacidi svolgono un ruolo importante nella disintossicazione del corpo, nella formazione di neurotrasmettitori, nel metabolismo energetico e nella sintesi di sostanze vitali come il coenzima A. La taurina dell'amminoacido agisce come antiossidante, mentre la glutammina, la cisteina e la glicina formano glutationi, che presenta anche un forte effetto antiossidante. A causa del fatto che la maggioranza della popolazione tedesca mangia una dieta poco equilibrata, l'assunzione di aminoacidi spesso si trova al di sotto dei livelli raccomandati a livello internazionale, ha dichiarato Reimann. Il consenso delle discussioni tenute dai partecipanti alla conferenza era che la prevenzione e il trattamento di determinati disturbi richiedono frequentemente quantità grammaticali di alcuni amminoacidi, il che significa che essi devono essere assunti come integratori. I vegetariani così come le persone con disturbi cronici del fegato e dei reni hanno un rischio maggiore di sviluppare una carenza di aminoacidi. Secondo la nutrizionista Doris Meister, il catabolismo, gli oneri tossici e lo stress ossidativo facilitano lo sviluppo di tali carenze. Gli aminoacidi arginina, cisteina, glutammina, glicina, lisina, metionina e taurina hanno effetti immunomodulanti e sono vantaggiosi per le persone con immunodeficienza. Il ricercatore di aminoacidi noto a livello internazionale, il dottor Erich Roth dell'ospedale universitario di Vienna, ha esaminato gli effetti immunostimolanti dell'amminoacido glutammico. Gli studi dimostrano che gli aminoacidi glicina e arginina hanno un effetto positivo sul metabolismo osseo. Un trattamento ottimale di osteoporosi dovrebbe includere sempre il trattamento con gli amminoacidi, ha sottolineato Reimann. Ci sono prove che gli amminoacidi sono in grado di stimolare gli osteoblasti, che li rende ancora più efficaci dei trattamenti tradizionali dell'osteoporosi. D'altra parte le aminoacidi alanina, cisteina, metionina e glicina, proteggono dai disturbi della prostata. Nel complesso, gli aminoacidi hanno un enorme potenziale per l'uso nel trattamento e nella prevenzione di una vasta gamma di malattie, e ci sono molte prove scientifiche per sostenere questo risultato, riassumendo il dottor Jürgen Reimann. Incoraggiati dai risultati dei suoi studi, il dottor Enno Freye dell'ospedale universitario di Düsseldorf comprende aminoacidi e micronutrienti nel trattamento della fibromialgia. I pazienti con dolore cronico usufruiscono di aminoacidi, antiossidanti e acidi grassi omega-3. Il medico di Düsseldorf è stato in grado di dimostrare che la terapia di aminoacidi è vantaggiosa per i pazienti affetti da fibromialgia in quanto riduce la percezione del dolore e aumenta la tolleranza al dolore. Gli aminoacidi sono anche estremamente importanti nel trattamento del cancro. Il dottor Thomas Tallberg di Helsinki ha presentato i suoi studi che dimostrano che i pazienti con cancro alla prostata, la leucemia e il cancro della pelle beneficiano notevolmente di prendere aminoacidi e altri micronutrienti. Crede che gli amminoacidi debbano sempre essere inclusi nel trattamento del cancro. Quando si tratta di cancro, i medici ei pazienti hanno le spalle al muro, ha attestato l'oncologo viennese Dr Köstler. A suo parere, il trattamento del cancro è vicino al crollo. Il professor Köstler ha criticato che c'è molto poco la prevenzione del cancro e i pazienti iniziano solo ad agire dopo essere stati diagnosticati. Ritiene di aumentare il sistema immunitario con gli amminoacidi per essere un passo fondamentale nel trattamento del cancro e sollecita la somministrazione individuale di aminoacidi e antiossidanti ai pazienti affetti da tumore. Il dottor Jürgen Spona dell'Istituto Ludwig Boltzmann del Dipartimento di ostetricia e ginecologia dell'Ospedale universitario di Vienna vede la somministrazione personalizzata degli aminoacidi come un modo per aumentare il trattamento dei pazienti con depressione e renderlo più efficace. In uno studio randomizzato a doppio cieco controllato con placebo, il rinomato scienziato ha dimostrato che la somministrazione di aminoacidi può portare un miglioramento significativo nei pazienti con depressione. Il professor Spona raccomanda di assumere aminoacidi come parte delle strategie anti-invecchiamento, in quanto il processo di invecchiamento umano non solo riduce la disponibilità di aminoacidi ma è anche associato a un cambiamento delle abitudini alimentari in modo da assorbire meno aminoacidi. Infine, Spona ha riferito all'arginina come "naturale Viagra". Nella sua presentazione, il dottor Udo Böhm di Unterwössen ha dimostrato che combinare l'aminoacido arginina con l'acido folico fornisce una protezione efficace contro le malattie cardiache. L'arginina assicura che i vasi sanguigni producano continuamente ossido di azoto, ottimizzando così il flusso di sangue nel cuore e nel cervello. Arginina protegge anche il cuore dall'infarto. Questo effetto è potenziato dalla somministrazione simultanea di arginina e acido folico, ha sottolineato il Dr. Böhm a Praga.

Simposio internazionale “Nuove strategie di trattamento con aminoacidi e proteine”

Effectiveness of amino acids Ongoing studies have shown that amino acids are effective against diabetes, depression, osteoporosis, heart attacks, fat metabolism disorders, erectile dysfunction and a compromised immune system. They also aid anti-ageing processes. Unfortunately, however, amino acids still do not get the credit they deserve in nutritional medicine in Germany, even though they participate in the regulation of all processes in the human body, as pointed out by the Munich-based dietary scientist Dr Doris Meister in Prague. The International Symposium of der Gesellschaft für angewandte Aminosäureforschung in der Therapie und Praxis (GFA) (Society for applied amino acid research in treatment and practice), attended by scientists from six nations (Austria, Switzerland, Finland, Germany, Russia and the Czech Republic), was held from 25 to 27 February 2005 in Prague.